Ai genitori dei bulli

Posted on novembre 18, 2014

0



Abito in un paese.

Alle elementari c’era qualcuno che ogni tanto faceva il bullo: io gli rispondevo a tono e lo mandavo a cagare e ogni tanto le prendevo. Poi però sono anche diventato loro amico.

Sui 13-14 anni poi per un periodo ero diventato piuttosto introverso e giravo spesso da solo o con un amico.
C’erano quindi 4 o 5 personaggi che mi prendevano in giro dicendomi che ero una mezza figa, forse perchè non giravo in moto o perchè non avevo una ragazza… mai capito bene perchè.
E in quel caso, visto che mi sentivo già io sfigato, ci rimanevo davvero molto male, roba da pensarci le notti per vari giorni.
Poi per fortuna a 15 anni sono “rifiorito” e non hai mai più avuto problemi, salvo qualche deficiente ma quello capita a tutti. Anzi, risultavo quasi un figo.

Quindi capisco benissimo che un ragazzo o una ragazza sui 12-13-14 anni, specialmente se attaccato a scuola tutti i giorni e con cattiveria su una sua vera debolezza, si intristisca sempre più e magari non abbia la forza di reagire e la faccia finita.
Martina del Giacco
Un “abbraccio” veramente affettuoso a loro e alle loro famiglie.

Ai genitori di bambini bulli, dico di curare molto bene questo aspetto, perchè chi fa il bullo oltre certi livelli e con una certa cotinuità sarà certamente una gran merda di persona.

Posted in: opere