La Boldrini, la Kyenge e Dostoevskij

Posted on ottobre 3, 2013

1



“Ma l’amico dell’umanità che ha vacillanti convinzioni morali è un cannibale dell’umanità, per non parlare della sua vanagloria.

Infatti provate a colpire la vanagloria di uno fra i tanti degli amici dell’umanità, ed egli sarà pronto ad appiccare il fuoco a tutto il mondo per vendicarsi

– Dostoevskij – L’idiota

Posted in: opere, parole, pensieri