Terremoto: cosa fare durante le scosse

Posted on maggio 29, 2012

1



Come mi comporto durante un terremoto?

a) Se vi trovate in casa cercate riparo in prossimità di strutture sicure e solide (per esempio sotto un tavolo o sotto il vano delle porte) evitando di uscire per le scale o con l’ascensore ed aspettate la fine della scossa.
b) Se all’aperto, state in luoghi sicuri, senza strutture, edifici, alberi o linee elettriche che potrebbero crollare.
c) Se in automobile, fermarsi in un luogo sicuro (non sotto un albero, su o sotto un ponte) e stare all’interno dell’auto finché il terremoto è passato.
d) Se in montagna, osservate i dintorni, riparatevi da caduta massi, frane o alberi che possono cadere.
e) Se vi trovate al mare allontanatevi dalla spiaggia, potrebbe verificarsi un maremoto o tsunami.
f) Se in barca allontanatevi dalla costa, le onde di maremoto non sono praticamente avvertibili al largo.
Come posso riconoscere un muro maestro ?

Per sapere quale muro è portante bisognerebbe conoscere come è costruito l’edificio.
In assenza di questo può aiutare il fatto che
i muri esterni sono sempre portanti negli edifici in muratura e sono comunque più resistenti negli edifici in cemento armato.
Per quelli interni può aiutare lo spessore: muri più larghi sono più resistenti (anche se non portanti).
Conviene quindi, come suggerimento generale,
raggiugere il muro nel quale è ricavata la finestra e,
se la stanza ha due muri esterni, l’angolo fra questi, infatti i muri d’angolo, intersezione di muri con direzioni diverse, irrigidiscono tutta la parete.
Spero che possa essere d’aiuto
Posted in: Uncategorized