Quel fascista di Lula

Posted on dicembre 31, 2010

2



* 6 giugno 1978 a Udine, Antonio Santoro, maresciallo della Polizia penitenziaria; ammazzato a sangue freddo da Cesare Battisti e una complice.

* 16 febbraio 1979 a Santa Maria di Sala, Lino Sabbadin, macellaio di Mestre, che si era opposto con le armi al tentativo di rapina ; Cesare Battisti fu complice facendo da “copertura armata” all’esecutore materiale Diego Giacomin.

* 16 febbraio 1979 a Milano, Pierluigi Torregiani, gioielliere; Cesare Battisti è condannato come co-ideatore e co-organizzatore. Nel corso dell’assassinio di Pierluigi venne coinvolto anche suo figlio Alberto, che da allora vive paralizzato su una sedia a rotelle per un colpo sparato dal padre durante il conflitto a fuoco con gli attentatori.

* 19 aprile 1979 a Milano, Andrea Campagna, agente della DIGOS; omicidio a sangue freddo, eseguito con diversi colpi d’arma da fuoco al volto, di cui Cesare Battisti fu riconosciuto come l’esecutore materiale.